Salta al contenuto

Lo Spallone – Io, Ciro Mazzarella, re del contrabbando

Capecelatro

Ciro Mazzarella non è un pentito e non ha mai collaborato con la giustizia, perché «non ha mai creduto che i valori dello Stato potessero essere meglio dei suoi». È l’uomo che ha inventato e gestito il nuovo contrabbando di sigarette in Italia e all’estero, anche dopo le guerre di camorra e la caduta del Muro di Berlino.

Dalle barche a remi del primo dopoguerra ai famigerati «scafi blu», lo Spallone, così come viene chiamato nell’ambiente, ha finalmente deciso di uscire allo scoperto e di testimoniare il ruolo della politica e delle multinazionali nel mercato occulto delle sigarette.

Non accetta l’appellativo di boss, ma ama definirsi un guappo, perché «aveva una funzione sociale e interveniva spesso nelle questioni per risolverle secondo giustizia». La sua giustizia.

Gli intrighi internazionali, i crimini, il denaro, la politica e i processi raccontati da un uomo che ha vissuto la vita fino in fondo e che oggi è consapevole di avere avuto tutto, ma in fondo niente.

RASSEGNA STAMPA

Così vi racconto il re del contrabbando” (da Corriere.it)

L’uomo che rivoluzionò il contrabbando con le prime “navi madre” (da LaStampa.it)

“Lo spallone”, libro-intervista al re del contrabbando Ciro Mazzarella (da IlFattoQuotidiano.it)

Lo Spallone: libro-intervista di Fabrizio Capecelatro a Ciro Mazzarella (da Nanopress.it)

Il re del contrabbando si racconta in un libro-intervista (da Affaritalini.it)

Mafia: Roberti, attenzione a rapporti con finanza lecita (da Ansa.it)

Lo Spallone di Fabrizio Capecelatro: storia di Don Ciro Mazzarella, re del contrabbando (da Booksblog.it)

Capecelatro, libro-intervista a un boss della camorra (da IlGiornale.it)

Lo Spallone: libro-intervista sul Re del contrabbando (da Globalist.it)

A Roma la presentazione de Lo Spallone (da LiberoQuotidiano.it)

“Lo spallone”, il libro-intervista al re del contrabbando Ciro Mazzarella (da 2Duerighe.com)

LE PRESENTAZIONI

La presentazione a Milano, con i giornalisti Peter Gomez, Piero Colaprico e Demetrio De Stefano

La presentazione a Napoli, con i giornalisti Arnaldo Capezzuto e Demetrio De Stefano e Don Antonio Loffredo, parroco del rione Sanità

La presentazione a Roma, con il giornalista Gigi Di Fiore e il Procuratore Nazionale Antimafia Franco Roberti

La presentazione a Milano, con Nando Dalla Chiesa